Internet Accessibile e Siti Web inclusivi

Immagine disegnata di un uomo vestito in giacca e occhiali che guarda il monitor

Indice dei contenuti

Fare la seguente affermazione: «Internet è uno strumento indispensabile nella vita di tutti i giorni», è riduttivo. 

La stragrande maggioranza delle nostre attività passano attraverso la rete: comunicazione, ricerca e condivisione di informazioni. A questo si uniscono attività di prenotazione nel sistema sanitario, enti o vacanze. 

Ogni cosa che facciamo ha una componente che si tramuta in flusso di dati. 

Detto questo, è chiaro che internet, come ogni altra cosa, debba essere accessibile. Ogni persona, indipendentemente dalle proprie capacità, deve avere il diritto di accedere alla rete e ai relativi portali, applicativi web e altro, senza ostacoli. Questa dovrebbe essere una priorità per tutti. 

Per le PA (Pubbliche Amministrazioni) è un requisito chiave: equità ed inclusione per ogni cittadino e la Legge Stanca punta ad abbattere le barriere online. 

Internet accessibile come filosofia aziendale

Da anni lavoriamo per un web accessibile. In ogni progetto, ci confrontiamo con i clienti per spiegare l’importanza di avere una finestra digitale, in grado di essere navigata da chiunque. 

Si va dal contrasto colori allo sviluppo di un’interfaccia intuitiva. Si analizzano i risultati eseguendo test con tecnologie assistive e analisi con strumenti e software appositi (molti li troverete segnalati  nel Web Content Accessibility Guidelines (WCAG). Chiaramente, non si deve dimenticare di integrare le pratiche SEO per migliorare la visibilità online.

Accessibilità Web e Usabilità: due obiettivi interconnessi

Ma cos’è l’accessibilità web? È la capacità di un sito web di essere utilizzabile da chiunque, inclusi coloro che hanno disabilità che influenzano la loro esperienza online. 

L’usabilità si concentra sul semplificare la vita agli utenti. Essa si focalizza sul concetto di far trovare ai navigatori le informazioni di cui hanno bisogno e facilitare il dialogo tra utente e azienda. 

Un sito web concepito sia sul fronte accessibilità che usabilità, migliora l’esperienza per gli utenti con disabilità e rende il front-end piacevole e semplice a tutti. Una interfaccia intuitiva piace a tutti!

WCAG per un web inclusivo

Le linee guida per l’accessibilità dei contenuti Web sono state sviluppate dal World Wide Web Consortium (W3C). Queste puntano ad offrire una base standard internazionale sul fronte accessibilità dei contenuti web. 

Quattro principi fondamentali fanno da spina dorsale delle linee guida riguardanti il contenuto:

  • Percepibile: ogni contenuto (informazioni, interfaccia utente e componenti) deve essere realizzato per essere “percepito” da ogni tipologia di utente. Per fare un esempio: un testo deve essere accessibile e comprensibile a chiunque (nel caso delle Pubbliche amministrazioni, soprattutto). Le immagini devono accompagnate da descrizioni testuali per chi non è in grado di vederle (testo alternativo o “alt text” pertinenti) e i video dotati di sottotitoli. 
  • Utilizzabile: ogni funzionalità di un sito web o di una applicazione, devono essere accessibili e utilizzabili anche attraverso una testiera. Lo scopo di permettere a tutti gli utenti di navigare ed interagire con il contenuto, anche senza dover fare affidamento sul mouse o altri dispositivi alternativi. 
  • Comprensibile: ogni interfaccia deve essere comprensibile a tutti gli utenti, senza distinzione di livello di abilità e conoscenza. Struttura e organizzazione del contenuto devono essere intuitivi. Inoltre, va utilizzato un linguaggio che sia semplice e diretto, per essere comprensibile a tutti. 
  • Robusto: assicurare che il sito web (o applicazione) possa essere interpretato (o eseguito) in modo affidabile da una vasta gamma di programmi utenti. Questi comprendono quelli utilizzati per assistere gli utenti con disabilità (es. sia i browser web standard che le tecnologie assistive utilizzate da utenti con disabilità). 

La fase di progettazione del sito web, aiuta a garantire che i contenuti siano accessibili a persone con un’ampia gamma di disabilità. 

Legge Stanca e PA

La Legge Stanca (Legge 9 gennaio 2004, n. 4) rappresenta l’impegno sul fronte italiano, verso un web accessibile. La normativa, infatti, impone standard rigorosi per i siti web pubblici. 

La legge mette in evidenza l’importanza di fornire informazioni e servizi online, in modo che siano accessibili a tutti i cittadini.

Legge Stanca: alcuni punti chiave

Standard di Accessibilità: La legge richiede che i siti web delle amministrazioni pubbliche rispettino specifici standard di accessibilità. Gran parte di questi standard sono basati sulle WCAG (Web Content Accessibility Guidelines) stabilite dal World Wide Web Consortium (W3C).

Obblighi Specifici: Include l’obbligo per i siti web dei vari enti di fornire versioni accessibili di contenuti che altrimenti potrebbero presentare barriere per alcune persone. Un esempio: documenti in formati che possano essere letti da tecnologie assistive.

Verifica e Conformità: La legge prevede procedure di verifica periodica per assicurarsi che i siti web rispettino le norme di accessibilità. Questo può includere audit interni o esterni e la pubblicazione di dichiarazioni di accessibilità che informano gli utenti sul livello di conformità del sito.

Formazione e Consapevolezza: Sottolinea l’importanza della formazione per gli sviluppatori e i gestori di siti web pubblici. È importante che siano consapevoli delle migliori pratiche di accessibilità e sappiano come implementarle efficacemente.

Diritto al Ricorso: Offre agli utenti il diritto di segnalare problemi di accessibilità e richiedere modifiche. Questo garantisce che ci siano meccanismi per affrontare e risolvere le questioni relative all’accessibilità.

Insomma, la normativa italiana è un esempio di come un Paese possa prendere provvedimenti legali, per far sì che ci sia un ambiente digitale inclusivo.

Questo assicura che le tecnologie dell’informazione e della comunicazione siano progettate e sviluppate tenendo conto delle esigenze di tutti gli utenti, compresi quelli con disabilità. Questo approccio non solo migliora l’accesso ai servizi pubblici digitali ma promuove anche una cultura più ampia dell’accessibilità nel settore digitale.

Strategie Pratiche per l’accessibilità e l’usabilità:

Testo Alternativo per contenuti multimediali: Fornire testo alternativo per immagini, video e altri elementi multimediali è cruciale per gli utenti che utilizzano lettori di schermo. Questo aiuta a descrivere il contenuto visivo e a renderlo accessibile.

Leggibilità del testo: Utilizzare font chiari, dimensioni del testo adeguate e contrasti elevati migliora la leggibilità del sito. Questi accorgimenti facilitano la lettura per tutti gli utenti, inclusi quelli con problemi di vista.

Questo sito, ad esempio, utilizza il Titillium Web. Questo font è consigliato nelle linee guida di design per i servizi web della Pubblica Amministrazione (clicca qui per approfondire nel sito docs italia).

La famiglia di font Titillium Web è stata realizzata dall’Accademia di Belle Arti di Urbino, nell’ambito di un progetto didattico degli studenti del corso in Type Design (vedi il progetto direttamente nel sito dell’accademia). 

Leggibilità del testo: Analizzare chi è il destinatario del messaggio. Nelle PA, ad esempio, i contenuti devono essere semplici e chiari. Tutti gli utenti devono essere in grado di comprendere le informazioni e questo a prescindere dal livello di istruzione. Anche la formattazione è importante: mette in risalto i punti chiave e fondamentali. 

Navigazione chiara e intuitiva: Un’interfaccia intuitiva con una navigazione chiara aiuta gli utenti a orientarsi facilmente all’interno del sito.

Migliorare l’usabilità generale è fondamentale per avere siti web accessibili. Capire dove posizionare le informazioni importanti e le chiamate all’azione, è molto importante per dare la migliore esperienza utente possibile. 

Compatibilità con tecnologie assistive: Assicurarsi che il sito web sia compatibile con un’ampia gamma di tecnologie assistive, come lettori di schermo e tastiere speciali, è fondamentale per l’accessibilità.

Form Web Accessibili: I form web devono avere etichette chiare, istruzioni comprensibili e feedback di errore che aiutino gli utenti a compilarli correttamente.

Integrare la SEO per Migliorare la Visibilità Online

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) gioca un ruolo cruciale nel migliorare la visibilità di un sito web. Un sito accessibile tende naturalmente a essere ben strutturato e ricco di contenuti testuali, due fattori che i motori di ricerca, come Google, apprezzano. 

  • Utilizzare tag semantici nel codice HTML;
  • ottimizzare i titoli e le meta descrizioni;
  • garantire che il sito sia veloce e reattivo.

Questi sono tutti passi che migliorano sia la SEO sia l’accessibilità.

Testare il sito con utenti e tecnologie assistive

Uno degli aspetti più importanti nel garantire l’accessibilità del sito web è il testing. Questo include testare il sito con tecnologie assistive reali e raccogliere feedback da utenti con diverse disabilità. Questo approccio pratico aiuta a identificare e risolvere problemi di accessibilità che potrebbero non essere evidenti in fase di progettazione.

Ci rendiamo conto che non è sempre possibile effettuarlo, per questo consigliamo di usare gli strumenti messi a disposizione nel WCAG.

Lighthouse, ad esempio, offre già spunti e analisi sul fronte accessibilità, per poter operare. 

Tirando le somme

Andiamo oltre la parte legale (per le PA almeno) o morale. Andiamo a valutare la questione anche dal punto di vista delle opportunità. Questi accorgimenti ci permetteranno di raggiungere – con la nostra comunicazione – un pubblico più ampio.

Accessibilità dei siti web e usabilità miglioreranno l’esperienza generale per tutti gli utenti. 

Quindi, per avere un ottimo punto di partenza occorre: 

  • Seguire le linee guida del W3C;
  • studiare il materiale messo a disposizione dall’AGID (agenzia per l’Italia digitale – clicca qui per andare sul sito ufficiale);
  • fare una pratica SEO efficace; 

Ricordiamoci che un web accessibile inizia dalla consapevolezza e dall’impegno di ognuno di noi. Rendiamo i nostri contenuti digitali aperti e fruibili da tutti. 

Per approfondire: Web Content Accessibility Guidelines – WCAG – clicca per andare sul sito W3C oppure qui, per vedere i vari punti delle linee guida in italiano)

Disclaimer: questo articolo è stato redatto dallo staff di Viral Idea Project. L’Uso dell’Intelligenza Artificiale è limitata alle attività di analisi del contenuto SEO, analisi della leggibilità, supporto correzione bozze, analisi delle parole chiave e ricerca base.
Le intelligenze artificiali sono una risorsa da utilizzare in maniera responsabile, ricordalo sempre.

I nostri servizi
Gestione siti web
Gestione siti web

Mantenere il tuo sito aggiornato e sicuro è fondamentale. Offriamo pacchetti di gestione che coprono tutti gli aspetti, dalla sicurezza dei contenuti all’aggiornamento tecnico, assicurando che il tuo sito sia sempre al passo con i tempi.

Realizzazione siti web - Immagine generata tramite firefly
Progettazione e realizzazione Siti Web

Creiamo siti web su misura, progettati per catturare l’essenza del tuo brand e per garantire un’esperienza utente eccezionale. Che tu sia una start-up o un’azienda consolidata, il nostro team trasformerà la tua visione in realtà digitale.

Servizi Hosting e Consulenze immagine generata con firefly
Hosting e Consulenze

Forniamo soluzioni di hosting affidabili e veloci, insieme a consulenze esperte per guidarti nella scelta delle migliori strategie digitali per la tua attività.

Skip to content